Recent Posts

Recent Comments

Archives

Categories

Meta

Scontro tra Generazioni

Certi “riformisti” ci spiegano ogni giorno che per creare nuova occupazione o per combattere la precarietà serve togliere qualche diritto a chi ne avrebbe troppi. L’immarcescibile (e sopravalutato) professor Ichino, ad esempio, dice che il lavoro in Italia e’ una cittadella di garantiti nella quale e’ difficile entrare e difficile uscire.
Questi privilegiati sarebbero i lavoratori con un contratto a tempo indeterminato, che farebbero marcire nella precarietà le giovani generazioni.

Ma via discorrendo diventano privilegi l’art.18 e perfino la pensione.
Nelle parole della ministro Fornero la riforma del mercato del lavoro serve a difendere i giovani contro i vecchi alludendo ad una vera e propria guerra tra generazioni.

Io qualche sospetto sul fatto che i giovani ed i precari verranno usati come una clava per togliere diritti e soldi dalle tasche dei “diversamente giovani” senza per questo che i giovani ne abbiano alcun giovamento ce l’ho. E piuttosto fondato.

Per questo ho proposto alla Cgil di Treviso di affrontare questo argomento spinoso.
Come e’ noto la Camera del Lavoro di Treviso non si tira indietro quando ci sono da affrontare temi spinosi, anche quando questo suscita le ire di qualche ortodossia: ed infatti hanno subito accettato.

Sabato 14 alle 17 trasformeremo l’auditorium della Cgil di via Dandolo in un vero e proprio ring dove 8 sfidanti, 4 giovani e 4 “vecchi” si affronteranno in uno Scontro tra Generazioni all’ultimo sang… no, diciamo all’ultima idea.
Tra esperienze di vita, musica e video sarà un match duro ma leale reso possibile dalla partecipazione delle organizzazioni giovanili più attive su questi temi: Fgci, Giovani Democratici, Rete degli Studenti, Tilt! e Giovani per Oderzo.

Ci sarà come sparring partner d’eccezione Ricky Bizzarro che assieme a me condurrà l’evento ed alla fine tre sindacalisti diversissimi tra loro, Cacco dello Spi, Vendrame del Nidil e Tonon del regionale tireranno le fila con l’aiuto del pubblico che avrà una funzione di partecipazione attiva.
Partecipate numerosi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *